lunedì 27 ottobre 2008

Appuntamento


Vediamoci a Hiroshima
la gerbera di sole
nella mano

e l'immaginoso innamorato
presume
ali effimere

Foto - poesia di anna maria ercilli

Oasi fra i boschi

Questo è il lago di Cei, sembra incontaminato. E' stato ripulito dalle troppe ninfee, ma sono rimaste le reti ed i cancelli attorno alle costruzioni. Le abitazioni sono tante, disseminate su tutto l'altopiano.
I colori e la bellezza rammentano com'era.

foto di anna maria ercilli

domenica 26 ottobre 2008

Trasparenze


Su questo cammino,
nessuno passa-
Sera d'autunno
Basho

foto di anna maria ercilli

giovedì 23 ottobre 2008

Arboreto

L'artista non è un beniamino della vita; non ha il diritto di vivere senza un compito, deve svolgere un lavoro duro, che spesso è la sua croce. Deve sapere che le sue azioni, i suoi sentimenti, i suoi pensieri sono il materiale sottile, impalpabile ma concreto che forma le sue opere.
L'artista non è libero nella vita, ma solamente nell'arte. (Wassily Kandinsky)

foto: anna maria ercilli

venerdì 17 ottobre 2008

Carpa Koi


Noi non ci realizziamo mai. Siamo due abissi: un pozzo che fissa il Cielo.
Fernando Pessoa

foto di anna maria ercilli

martedì 14 ottobre 2008

sole, ape, dalia


In questo caldo ottobre, le api trovano ancora fiori e polline.

Ricordo la descrizione affettuosa di Mario Rigoni Stern, del suo accudire le api nel libro 'Uomini, boschi e api' (morto nel giugno 2008) .
"Prima della neve, che avevo visto nel cerchio della luna di San Martino, impagliai le arnie e le copersi con l'intavolato d'abete; ridussi la porta d'uscita con un lamierino, sia per il freddo sia per le arvicole: mi è caro ora saperle al caldo come lo sono io con la legna che brucia nella stufa."

foto di anna maria ercilli 'dalia con ape'

sabato 11 ottobre 2008

dietro il cancello

'Poesia a strappo' 2008 a Crema, non è solo poesia, ma un incontrarsi semplicemente, al riparo dei portici, sotto lo sguardo del leone di S.Marco e le finestre aperte contro il cielo, sulla facciata del Duomo.
Le voci raccontano le parole della poesia, mescolate fra loro, ma chiare nella libertà del dire.
Ogni anno ritorno, rivedo gli amici, riprendo a fotografare le pietre, le nuvole, i cortili chiusi dai cancelli.
Da qui saluto Alberto, Mariangela, Giobico, Rita.

foto di anna maria ercilli

venerdì 10 ottobre 2008

Amianto mortale

Eternit, strage di 2000 morti

Disastro doloso, omissione volontaria di cautele contro le malattie professionali: con queste accuse la Procura di Torino ha concluso la sua inchiesta sulla lunga catena di morti provocate - è la tesi - dall'amianto usato negli stabilimenti italiani dell'Eternit. Il pm Raffaele Guariniello ha chiesto di processare i vertici della multinazionale svizzera del cemento, il miliardario elvetico Stephan Schmidheiny, 61 anni, e il nobile belga Jean Louis Marie Ghislain De Cartier, 87 anni.

Nei paesi che la ospitavano, e in particolare a Casale, la Eternit faceva distribuire una parte dei propri manufatti per pavimentare strade e cortili o per coibentare i sottotetti, senza però far presente "la pericolosità dei materiali": le popolazioni, quindi, sono rimaste per decenni soggette a "un'esposizione incontrollata, continuativa e a tutt'oggi perdurante" che non ha risparmiato nemmeno "fanciulli e adolescenti". Gli avvocati di parte civile sottolineano che l'azienda ha sempre minimizzato: "Per i dirigenti la consegna era di non parlare e, in caso di necessità, rivolgersi a un certo laboratorio tedesco per avere indicazioni".

un brano

...così accadde che per generazioni poeti impazienti abbandonassero paesi progrediti e moralmente ineccepibili, per venire a vivere e morire in questa Italia di dubbia moralità, vessata dai suoi decorativi e reazionari granduchi; per amore di una maschera rugosa e policroma, forse stucco forse carne...

Si ha l'impressione che, da quando Roma divenne piemontese....l'Italia stia lacerando con le proprie mani quel corpo antico, quel volto...

Giorgio Manganelli

giovedì 9 ottobre 2008

Pico, un amico


foto di anna maria ercilli

sbaglio x blogger

non so come ritornare indietro

ho cliccato x errore 'contenuto inaccettabile'

accidenti

rodaggio



Grazie amici della visita.
Cosa rispondere - non riesco a emigrare fra blog, sto sperimentando...alla fine riceverò un premio di consolazione.
Accetto consigli, chiarissimi

Certo che questo blogger è più complicato di altri, dove ogni tanto lascio qualche parola.

Saluto, devo leggere un compito per il gruppo di lettura. Non mi attira molto il testo, ma ormai sono coinvolta nell'ingranaggio.

un'abitudine

per il dono dell'ubiquità, anche qui filastrocca pro-lettura

Leggere come abitudine
Leggere come appuntamento
Il libro del piacere
Quello dell'informazione
Il libro della ricerca
Il testo della curiosità
Il libro del treno
Il libro della sala d'attesa
Quello che leggi poco alla volta per non finirlo mai
Il libro comprato due volte che trovi geniale nella nuova edizione
Il libro che porti in ogni stanza e non ti decidi a leggere, ma leggerai
Quello che leggi e regali per entusiasmo
Quello letto anni addietro e, non capisci come mai
Il libro di culto quasi maniacale
Il libro della tua vita che non vuoi far sapere
Il tuo libro che non nascerà o forse sì

.... senza fine.... anna maria
9.10.2008 h 1.20 di anna maria ercilli

mercoledì 8 ottobre 2008

un mercoledì di ottobre

Si può considerare questo spazio, come un locale con tavoli e sedie per accomodarsi.
Con gli amici veniamo qui a parlare fra noi.
Gli argomenti non mancano.
Qualcosa da dire oggi? Troviamoci qui.
Ben arrivati