Settembre



Soli, si arriva al buio e sembra di vedere aloni di luce, i resti abbandonati scartati da ogni tramonto.
Soli, si raggiunge il silenzio che è sempre meglio del parlare a vanvera, per affermare che ci siamo.
Soli, sappiamo che tante effusioni sono il contorno dell'illusione.
Soli, guardiamo noi stessi camminare altrove nel riflesso di una vetrina.
Soli, ci diamo domande e risposte, ascoltiamo la nostra voce. 

foto di anna maria ercilli

Commenti

Post popolari in questo blog

Tabucchi e gli eteronimi