Post

Visualizzazione dei post da 2008

Solstizio d'inverno

Immagine
ventuno dicembre
Il buio della notte raggiunge la massima estensione e la luce del giorno la minima. Si verificano cioè la notte più lunga e il giorno più corto dell’anno.

Subito dopo il solstizio, la luce del giorno torna gradatamente ad aumentare e il buio della notte a ridursi fino al solstizio d’estate.

Nella religione greca antica i due solstizi erano chiamati "porte":"porta degli dei" l'invernale, "porta degli uomini" l'estivo.

Nella tradizione romana il Custode delle porte, comprese le solstiziali, era il misterioso dio bifronte Ianus, signore dell'Eternità, come cantano i versi Ianuli del Carmen saliare.
(Calendario di A. Cattabiani)

A Roma la data solstiziale è possibile toccarla addirittura con i piedi. La Capitale, infatti, ha il privilegio di possedere, collocata sul selciato di Piazza San Pietro, la meridiana più grande del mondo, ideata e costruita dall' astronomo e meteorologo Filippo Luigi Gili nel 1817.
(dal web)
foto di an…

Shirin Ebadi - Diritti civili

Immagine
Iran: Ebadi, blitz polizia illegalePremio Nobel, 'nostri uffici chiusi senza mandato giudiziario'(ANSA) - TEHERAN 21 DIC - Shirin Ebadi, Premio Nobel per la pace il cui ufficio e' stato chiuso oggi a Teheran, ha definito il blitz della polizia un atto illegale. 'La chiusura dei nostri uffici senza mandato giudiziario e' un atto illegale e noi protesteremo', ha detto alla France Presse. Il procuratore di Teheran sostiene invece che il Circolo dei difensori dei diritti umani agiva come un partito senza avere autorizzazione legale e aveva contatti illegali con organizzazioni locali e straniere.

Festività e riflessione

Immagine
Gocce come pensieri, per rammentare a dicembre, un augurio con i veri affetti.

Senza dimenticare chi manca di tutto.

foto di anna maria ercilli

Contorni di bellezza

Immagine
Dal Museo Egizio di Torino, rinnovato.

"Un libro vale più di una casa di un capomastro o di una tomba nel deserto occidentale....
C'è qualcuno oggi pari a Hor-dedef?
C'è qualcun altro pari a Imhotep?....
Questi saggi che previdero il futuro...Essi possono essere spariti e i loro nomi dimenticati -
ma i loro scritti li ricordano".

(Miti egizi di George Hart)

foto di anna maria ercilli

Neve lontano da Mumbai

Immagine
La neve copre
il colore della terra
biancascende
nel ricordo di sempre
dentro crescono rosse
macchie, cadute a Bombay

foto e parole di anna maria ercilli

Prima neve

Immagine
Niente è più bello di questo bianco
soffice
ascoltiamo il silenzio

foto di anna maria ercilli

La più grande democrazia

Immagine
Aveva solo 15 anni, Manish Kumar - scrisse una lettera
alla ragazza di un' altra casta - era un dalit
non poteva scrivere parole d'amore.

ucciso a Bihar, India

foto di anna maria ercilli
Immagine
Il nostro paese non protegge i lavoratori,
che muoiono ogni giorno
il nostro paese non vuol cedere il passoai giovani,
costretti ad emigrare,
il nostro paese è amministrato da vecchi,
ciechi davanti al futuro
il nostro paese sta esaurendo
l'eredità civile


foto e parole di anna maria ercilli

Sul lago

Immagine
Vicino all'acqua è facile ricordare
troviamo sempre un rumore
liquido che sembra cercare
una voce per dire
nel riflusso scivola via
foto e parole di anna maria ercilli

Riverberi

Immagine
Sulla strada del treno
fra una rotaiae l'altra
muove nei colpi di vento

l'erba dai minimi fiori
infestante
per non sparire nel nulla

gira attorno ai bulloni
stoloni verdi di abbracci
a suo modo riverbera tenacia.

poesia e foto di anna maria ercilli

Scriviamo parole di ieri

Immagine
Scriviamo parole di ieri
leggiamo quello che sappiamo
inspirando

(inizio di otto terzine)

foto di anna maria ercilli

Camminare

Immagine
Domenica 16 novembre 2008 ore 18.30 presso
Galatér - Montichiari
con direzione artistica di Andrea Garbin
Alessandro Assiri
Chiara De Luca
Anna Maria Ercilli
anteprima di "sui passi per non rimanere"

foto di anna maria ercilli


Presidente Barack Obama

Immagine
Abbiamo aspettato tanto un segno del destino.

Invece è un segno della cultura e dell'intelligenza.

Un uomo giovane che proverà a correggere certe storture e, avvicinare la politica a uomini e donne.

Vogliamo vivere in pace.

In pericolo donne e animali

Immagine
Ricordiamo Aisha uccisa in Somalia dai suoi simili, per colpe che non lo sono.

Ricordiamo Mariam giovane iraniana uccisa dal padre, colpevole di un'immaginazione paterna.

Salviamo i lupi, animali sociali che, usciti dall'inganno delle favole, insegnano i riti dello stare in gruppo e l'intelligenza.

Ricordiamo la grande luna gialla, la silhouette del lupo mentre ulula nella prateria (per chi ama i fumetti).

Ricordiamo i soprusi.

foto di anna maria ercilli

Appuntamento

Immagine
Vediamoci a Hiroshima
la gerbera di sole
nella mano

e l'immaginoso innamorato
presume
ali effimere

Foto - poesia di anna maria ercilli

Oasi fra i boschi

Immagine
Questo è il lago di Cei, sembra incontaminato. E' stato ripulito dalle troppe ninfee, ma sono rimaste le reti ed i cancelli attorno alle costruzioni. Le abitazioni sono tante, disseminate su tutto l'altopiano.
I colori e la bellezza rammentano com'era.

foto di anna maria ercilli

Trasparenze

Immagine
Su questo cammino,
nessuno passa-
Sera d'autunno
Basho

foto di anna maria ercilli

Arboreto

Immagine
L'artista non è un beniamino della vita; non ha il diritto di vivere senza un compito, deve svolgere un lavoro duro, che spesso è la sua croce. Deve sapere che le sue azioni, i suoi sentimenti, i suoi pensieri sono il materiale sottile, impalpabile ma concreto che forma le sue opere.
L'artista non è libero nella vita, ma solamente nell'arte. (Wassily Kandinsky)

foto: anna maria ercilli

Carpa Koi

Immagine
Noi non ci realizziamo mai.Siamo due abissi: un pozzo che fissa il Cielo.
Fernando Pessoa

foto di anna maria ercilli

sole, ape, dalia

Immagine
In questo caldo ottobre, le api trovano ancora fiori e polline.

Ricordo la descrizione affettuosa di Mario Rigoni Stern, del suo accudire le api nel libro 'Uomini, boschi e api' (morto nel giugno 2008) .
"Prima della neve, che avevo visto nel cerchio della luna di San Martino, impagliai le arnie e le copersi con l'intavolato d'abete; ridussi la porta d'uscita con un lamierino, sia per il freddo sia per le arvicole: mi è caro ora saperle al caldo come lo sono io con la legna che brucia nella stufa."

foto di anna maria ercilli 'dalia con ape'

dietro il cancello

Immagine
'Poesia a strappo' 2008 a Crema, non è solo poesia, ma un incontrarsi semplicemente, al riparo dei portici, sotto lo sguardo del leone di S.Marco e le finestre aperte contro il cielo, sulla facciata del Duomo.
Le voci raccontano le parole della poesia, mescolate fra loro, ma chiare nella libertà del dire.
Ogni anno ritorno, rivedo gli amici, riprendo a fotografare le pietre, le nuvole, i cortili chiusi dai cancelli.
Da qui saluto Alberto, Mariangela, Giobico, Rita.

foto di anna maria ercilli

Amianto mortale

Eternit, strage di 2000 morti

Disastro doloso, omissione volontaria di cautele contro le malattie professionali: con queste accuse la Procura di Torino ha concluso la sua inchiesta sulla lunga catena di morti provocate - è la tesi - dall'amianto usato negli stabilimenti italiani dell'Eternit. Il pm Raffaele Guariniello ha chiesto di processare i vertici della multinazionale svizzera del cemento, il miliardario elvetico Stephan Schmidheiny, 61 anni, e il nobile belga Jean Louis Marie Ghislain De Cartier, 87 anni.

Nei paesi che la ospitavano, e in particolare a Casale, la Eternit faceva distribuire una parte dei propri manufatti per pavimentare strade e cortili o per coibentare i sottotetti,senza però far presente "la pericolosità dei materiali": le popolazioni, quindi, sono rimaste per decenni soggette a "un'esposizione incontrollata, continuativa e a tutt'oggi perdurante" che non ha risparmiato nemmeno "fanciulli e adolescenti". Gli avvocat…

un brano

...così accadde che per generazioni poeti impazienti abbandonassero paesi progrediti e moralmente ineccepibili, per venire a vivere e morire in questa Italia di dubbia moralità, vessata dai suoi decorativi e reazionari granduchi; per amore di una maschera rugosa e policroma, forse stucco forse carne...

Si ha l'impressione che, da quando Roma divenne piemontese....l'Italia stia lacerando con le proprie mani quel corpo antico, quel volto...

Giorgio Manganelli

Pico, un amico

Immagine
foto di anna maria ercilli

sbaglio x blogger

non so come ritornare indietro

ho cliccato x errore 'contenuto inaccettabile'

accidenti

rodaggio

Grazie amici della visita.
Cosa rispondere - non riesco a emigrare fra blog, sto sperimentando...alla fine riceverò un premio di consolazione.
Accetto consigli, chiarissimi

Certo che questo blogger è più complicato di altri, dove ogni tanto lascio qualche parola.

Saluto, devo leggere un compito per il gruppo di lettura. Non mi attira molto il testo, ma ormai sono coinvolta nell'ingranaggio.

un'abitudine

per il dono dell'ubiquità, anche qui filastrocca pro-lettura

Leggere come abitudine
Leggere come appuntamento
Il libro del piacere
Quello dell'informazione
Il libro della ricerca
Il testo della curiosità
Il libro del treno
Il libro della sala d'attesa
Quello che leggi poco alla volta per non finirlo mai
Il libro comprato due volte che trovi geniale nella nuova edizione
Il libro che porti in ogni stanza e non ti decidi a leggere, ma leggerai
Quello che leggi e regali per entusiasmo
Quello letto anni addietro e, non capisci come mai
Il libro di culto quasi maniacale
Il libro della tua vita che non vuoi far sapere
Il tuo libro che non nascerà o forse sì

.... senza fine.... anna maria
9.10.2008 h 1.20 di anna maria ercilli

un mercoledì di ottobre

Si può considerare questo spazio, come un locale con tavoli e sedie per accomodarsi.
Con gli amici veniamo qui a parlare fra noi.
Gli argomenti non mancano.
Qualcosa da dire oggi? Troviamoci qui.
Ben arrivati