martedì 25 agosto 2009

Passaggio d'estate



Rovescio il capo
vertigine
alla verticale del cipresso
rovescio il senso dell'equilibrio
l'incognita
nell'aria sbiadita del meriggio
ormai a settembre
stinge l'estate e punge
Fahrenheit di nostalgia.
(Dall'aria, alla terra, all'oblio)
foto di anna maria ercilli

martedì 18 agosto 2009

Giallo iride


Dicono: non passa il tempo
la stanca età di un gatto
si adatta al pavimento
adagia il correre dei giorni
nell' immobile riflesso
degli occhi, dove tutto
sembra già racconto.

foto-parole di anna maria ercilli

venerdì 7 agosto 2009

Agosto, per non dimenticare


IL SOLE DI HIROSHIMA E NAGASAKI PER LA PACE E L'AMBIENTE
Le esplosioni atomiche di Hiroshima (6 agosto 1945) e Nagasaki (9 agosto 1945) hanno di fatto cambiato il mondo e l'uomo. L'olocausto atomico giapponese ha riguardato fin da subito tutti, nessuno escluso: ad oltre sessanta anni di distanza e ancora necessario riflettere, ricordare e condividere. Ogni anno, a seguito di una ormai antichissima tradizione, attorno alla metà di agosto in Giappone viene celebrata la cerimonia toro nagashi: e una cerimonia di origine buddhista che conclude la festività dedicata agli antenati, lo Obon, durante la quale particolari lanterne di carta vengono affidate alla corrente dei fiumi o alle maree dell'oceano. La stessa cerimonia
e celebrata anche per le commemorazioni delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki.

Al pubblico verranno distribuite, su offerta libera, le lanterne. Ognuno potrà personalizzarle con disegni o frasi che ritiene di voler condividere: l'incasso verrà interamente devoluto in beneficenza all'orfanotrofio Shungu(Zimbawe).
Dzevana Trust di Harare dove 500 bambini cercano la via per costruire il proprio futuro.
L'evento prenderà il via a Parma (6 agosto) con Il Sole di Hiroshima. Alle ore 17 partira, presso la Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi(vicolo delle Asse n. 5) il laboratorio 1000 gru per Sadako per realizzare gru in origami da inviare al Parco della Pace di Hiroshima. Seguira alle ore 19 l’incontro con l’artista Kano Tatsunori, nato a Hiroshima e residente da ormai 25 anni in Italia, che raccontera come l'esperienza dell'olocausto atomico venga vissuto dai giapponesi e come questo abbia fatto nascere movimenti a favore della pace e della tutela ambientale.
.
Informazioni: 051 381694 - info@nipponica.it - www.nipponica.it

lunedì 3 agosto 2009

Io sono un gatto



"Si possono fare molti sbagli nel tempo necessario per portare la tazza alla bocca"
proverbio inglese
"Io sono un gatto" di Natsume Soseki

foto di Anna Maria Ercilli

sabato 1 agosto 2009

Pico ed io



Dopo ogni ritorno, forte
il vuoto, squassato
dal vento ruvido di selci
il bruciore spento con la notte
ogni parola sollevata
sui rami alti dei lecci
dopo ogni ritorno, mancano
le voci schiumate del mare.

foto di Alex, parole Anna maria